Guida alla Caccia al colombaccio per principianti

Traduzione dall’inglese di un articolo pubblicato sul sito ufficiale di BASC – British Association for Shooting and Conservation

Caccia al colombaccio per i principianti – un gioco da ragazzi

In estate, quando le giornate sono bollenti, la caccia al colombaccio entra nel vivo. Dal momento che i colombacci sono in grado di devastare le colture agricole gli agricoltori spesso accolgono con entusiasmo i cacciatori responsabili, ma come si fa ad iniziare a cacciare i colombacci? Una delle principali autorità della Gran Bretagna, JOHN BATLEY, fornisce una guida per principianti.
Immaginate,  l’editore telefona e casualmente chiede per una guida completa alla caccia al colombaccio per principianti  battuta in sole 1.500 parole …… Dopo un’attenta riflessione non ho potuto fare meglio che offrire le ultime due frasi di un libro che ho scritto sull’argomento alcuni anni fa. “Io sono un forte sostenitore dell’appostamento. Uscire e fare pratica, godere di questo sport e le sue numerose ricompense, e ricordare la regola più importante: andare in perlustrazione e cercare i colombacci in aria non sulla terra”.
Tutto qui, appostamento e perlustrazione: il fine ultimo della caccia al colombaccio. Tuttavia, non è così facile, è necessario un punto di partenza, quindi cominciamo con il volatile in sé.

Il colombaccio

Il colombaccio, Columba palumbus, è stato nativo alla Gran Bretagna per secoli, il suo cugino in Europa continentale è migratorio, ma abbiamo l’unica popolazione sedentaria della specie che esiste. Probabilmente abbiamo ben 15-20 milioni di colombacci nel Regno Unito.

La popolazione è in buona salute, i colombacci si riproduce almeno due volte all’anno, e in estati particolarmente calde anche tre volte, e depongono due uova ad ogni covata. E ‘stato stimato che spariamo ad un terzo circa di questa popolazione in crescita e che più di 200.000 cacciatori sparano al colombaccio nel Regno Unito ogni anno.

Il colombaccio è facile da riconoscere; un grigio delicato di fondo con strisce bianche sulle ali e, negli adulti, una fascia bianca sul collo. La parte inferiore del corpo è una miscela ricca di colori dal rosa al malva. Un occhio di colore giallo brillante, un’apertura alare di poco più di 60 cm ed una straordinaria capacità di acrobazia che possono lasciare il decoyer con due cartucce vuote e la sacca vuota più spesso di quanto si creda. Il nostro volatile pesa circa 500/600 gr ed è in grado di volare più di 80 chilometri all’ora in volo livellato.

Tra l’altro, se il colombaccio che si sta puntando non ha le strisce alari bianche non tentare nemmeno di sparargli, è più probabilmente un colombaccio, protetto ai sensi del 1981 Wildlife and Countryside Act.

Linea di volo del colombaccio

Ora che sapete come riconoscere il colombaccio è necessario trovarlo e riuscire a cacciarlo. I colombacci sono degli uccelli che vivono in stormi, mangiano quasi non-stop per tenere il passo con il loro rapido metabolismo e spendono molte delle loro ore di veglia a terra con i loro compagni riducendo in miseria il povero contadino.

Questo è dove tutto inizia.

Stai guidando verso casa in un pomeriggio d’estate (uno dei migliori momenti della giornata per andare a cacciare i colombacci), quando passi in un campo di colza recentemente mietuto; d’improvviso il campo prende vita. Un momento c’è un campo di stoppie, un attimo dopo l’aria è piena di uccelli grigio e bianco volteggiando ed avvitandosi come se decollassero dal campo in un tutt’uno. Colombacci. Come se ne può prendere qualcuno?

La risposta risiede nell’appostamento, o meglio nelle linee di volo.

I colombacci arrivano e se ne vanno dal loro campo scelto sulla linea di volo e per cacciare con successo è necessario sapere cos’è una linea di volo e come trovarla. Una linea di volo è semplicemente una “strada in aria”, che gli uccelli utilizzano per andare da casa al cibo e viceversa.

Il colombaccio dorme e si riproduce nei boschi, si nutre nei campi e sceglie dei percorsi su cui volare per viaggiare tra questi due luoghi. Guidate fino ad un campo dove hai individuato l’alimentazione ideale per i colombacci, seduti in macchina sul bordo del campo con un paio di binocoli per mezz’ora o più e guardare. Se gli uccelli utilizzano il campo si vedrà del traffico: uccelli in entrata ed uccelli in uscita dal campo.

Ai colombacci piace volare e di solito volano e richiamano meglio con il vento; il vento prevalente in questo Paese è da sud-ovest. Studiate il vento, cercate posti di sosta lungo la linea che usano i colombacci,  individuate alberi singoli in mezzo al campo, linee di copertura, corsi d’acqua, sentieri agricoli, ecc. Le linee sono proprio come le strade, hanno strade trasversali, angoli, raccordi, piazzole di sosta e così via. Una volta stabilita la linea che gli uccelli stanno utilizzando non dovete fare altro che costruire il vostro capanno sotto quella linea e andare a caccia.

La logica dietro questo tipo di appostamento è semplice. Se non fate il vostro giro di ricognizione e costruire semplicemente il vostro capanno nel campo in cui avete visto gli uccelli mangiare li farete scappare quando vi avvicinerete per costruire il capanno e non avrete modo di sapere se sono arrivati in quel punto ad alimentarsi per caso o perché hanno scelto di essere lì.

Se, invece, avete osservato il campo, costruendo il capanno proprio sotto la loro linea di volo in quello stesso campo, anche se li spaventerete quando inizierete a sparare essi torneranno a volare lungo la medesima linea di volo quando torneranno ad alimentarsi.

Capanno

Il passo successivo è quello di costruire da soli un capanno sotto la linea ed iniziare a cacciare. I Capanni sono disponibili in varie forme: naturali, di paglia e a rete. Oggi la tecnologia della realizzazione dei capanni risiede dei produttori di pali e reti. Comprate una rete rete mimetica chiara  6 x 1,5 m e una mezza dozzina di pali telescopici per capanni e avrai abbastanza per costruire capanni ovunque ed adatti a qualsiasi stagione dell’anno. Costruite il vostro capanno in modo tale da ottenere la copertura dello sfondo, spazio sufficiente per sedersi comodamente, vedere fuori del capanno senza mostrare il viso per il colombaccio in arrivo, stare in piedi e far ruotare il fucile e lasciare spazio per il cane.

I capanni possono anche essere costruiti con materiali naturali, ma non tagliate mai le recinzioni del contadino se desiderate tornare.

Richiami

Ora, per il modello di richiamo. Potrei scrivere diverse migliaia di parole sulle teorie ma, l’editore mi ha dato dei limiti. Quindi, basta prendere la mia parola e impostate un semplice modello a forma di “U”, osservate i colombacci sul loro approccio al vostro modello e passate da lì. I colombacci amano mangiare con i loro amici, pertanto avrete bisogno di qualche (una dozzina per cominciare) richiamo per operare.

Guida alla caccia al colombaccio

Il modello a forma di “U” darà il massimo incoraggiamento agli uccelli a terra e, con il vento alle spalle, avrete il tiro più facile.

Ci sono molti richiami artificiali nei negozi, non dovrebbero brillare né al sole né alla pioggia, e i più leggeri di solito sono i migliori in quanto sono i più facili da trasportare per lunghe distanze. Impostare la parte anteriore del modello 20-25 m dal capanno, lasciare 2-3 m tra ogni richiamo ed estendere le braccia della “U” almeno 13-18 m dalla parte anteriore del modello ed infine fate l’estremità aperta della “U” larga almeno 10/15 m.

Caccia al colombaccio buone pratiche

Una volta che avete avuto successo con la disposizione ad “U” si può sperimentare con altre forme.

Una regola di base di tutti i modelli è che, se gli uccelli non toccano terra e volano lontano dai vostri richiami, probabilmente c’è qualcosa che non va in voi, non i colombacci.

Armi

Modalità di tiro, fucili e cartucce: il fucile (per cominciare), 12-bore, doppia canna (canne da 28 ” vanno bene), choked improved and ½  firing 1 ounce (28 grams), tirerà giù i colombacci a terra da 20-30 m per tutto il giorno. Un 20 con carico equivalente (23 grammi), farà lo stesso.

Prima di darvi qualche consiglio sul tiro ricordatevi questo: leggere il codice di buone pratiche di tiro al colombaccio BASC e mai, mai avere più di un fucile armato, o in uso, nel capanno.

Il tiro al colombaccio richiede una certa pratica, ma l’istinto è di solito meglio di un manteined lead. E’ risaputo che i richiami vengono collocati entro la distanza alla quale i vostri fucili danno il meglio, attendere che l’uccello entri nell’area di caccia, imbracciare il fucile e ruotare verso il colombaccio in un unico movimento e tirare il grilleto. Non muovetevi fino a quando state per sparare o spaventerete l’uccello prima che arrivi all’interno del raggio predefinito.

La pratica renderà tutto perfetto. Dimenticate le medie, se siete soddisfatti del vostro tiro allora è una buona media, se non lo siete allora è una cattiva media e dovreste tornare alla scuola di tiro.

Ci sono una miriade di altre aree di cui potremmo discutere in questo articolo: cani, dispacciamento uccelli, permessi di tiro, abbigliamento mimetico, “pigeon magnets”, roost shooting, spiumatura e preparazione degli uccelli per la tavola, lo studio approfondito degli uccelli e delle loro abitudini, decoying avanzata, protezione delle colture, sport e così via, ma per iniziare dovrebbe essere abbastanza .

Buona fortuna e continuate a cercare i colombacci in aria sulle loro linee di volo.